Piero Fassino (Pd) lascia il posto da primo cittadino di Torino con la consapevolezza di aver lasciato la città “non come Calcutta, come invece i 5 stelle hanno dipinto con una falsa rappresentazione durante la campagna elettorale”. L’ex ministro ha annunciato che farà il consigliere comunale senza rincorrere incarichi in altre sedi e alla domanda de ilfattoquotidiano.it sui “rimpianti”, risponde piccato: “Sono domande che non mi appassionano