Stupro in spiaggia a Salerno. Una studentessa di 31 anni è stata violentata da due uomini. La notizia è riportata da Fanpage.it Napoli. La ragazza è riuscita a chiamare i soccorsi poco dopo la fuga dei due ed è riuscita a farne arrestare uno, un cittadino marocchino. Mentre l’altro è fuggito ed è tuttora ricercato. Anche la vittima è di origine marocchina ma da anni è residente in Italia. Subito dopo la violenza è stata soccorsa dai medici del 118. Un amico, con cui la ragazza è riuscita a mettersi in contatto, ha invece chiamato i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia dei carabinieri di Salerno che hanno arrestato l’uomo.

L’episodio – racconta ancora Fanpage – è avvenuto la sera di lunedì 16 maggio. La studentessa dopo una sera con gli amici era uscita in auto per fumare una sigaretta sulla spiaggia di Santa Teresa. Ed è qui che è stata aggredita. Ha raccontato che uno dei due “era in evidente stato di alterazione”. Prima è stata rapinata dei cinquanta euro che la 31enne aveva con sé, poi è stata stuprata. Dopo la violenza sessuale uno dei due è riuscito a scappare. Mentre “l’altro ha costretto la ragazza a mettere in moto l’auto e guidare con lui accanto”, scrive il sito online. Ma è stato “a quel punto che la giovane è riuscita a contattare l’amico che ha allertato i soccorsi”.