Stupro in spiaggia a Salerno. Una studentessa di 31 anni è stata violentata da due uomini. La notizia è riportata da Fanpage.it Napoli. La ragazza è riuscita a chiamare i soccorsi poco dopo la fuga dei due ed è riuscita a farne arrestare uno, un cittadino marocchino. Mentre l’altro è fuggito ed è tuttora ricercato. Anche la vittima è di origine marocchina ma da anni è residente in Italia. Subito dopo la violenza è stata soccorsa dai medici del 118. Un amico, con cui la ragazza è riuscita a mettersi in contatto, ha invece chiamato i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia dei carabinieri di Salerno che hanno arrestato l’uomo.

L’episodio – racconta ancora Fanpage – è avvenuto la sera di lunedì 16 maggio. La studentessa dopo una sera con gli amici era uscita in auto per fumare una sigaretta sulla spiaggia di Santa Teresa. Ed è qui che è stata aggredita. Ha raccontato che uno dei due “era in evidente stato di alterazione”. Prima è stata rapinata dei cinquanta euro che la 31enne aveva con sé, poi è stata stuprata. Dopo la violenza sessuale uno dei due è riuscito a scappare. Mentre “l’altro ha costretto la ragazza a mettere in moto l’auto e guidare con lui accanto”, scrive il sito online. Ma è stato “a quel punto che la giovane è riuscita a contattare l’amico che ha allertato i soccorsi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Messina, agguato a presidente del Parco dei Nebrodi: scorta reagisce e mette in fuga sicari. Crocetta: “Serve l’esercito”

next
Articolo Successivo

Tre intimidazioni in tre mesi a Ersilio Mattioni, collaboratore del Fatto.it che si occupa di ‘ndrangheta nel Milanese

next