I consiglieri Rai Arturo Diaconale, Giancarlo Mazzuca e Carlo Freccero vogliono il gettone. L’ex direttore dell’Opinione, l’ex direttore del Giorno e parlamentare Pdl e l’autore ed esperto di comunicazione hanno dato mandato ai loro avvocati Federico Tedeschini e Nicola Petracca per fare ricorso alla magistratura ordinaria contro il ministero dell’Economia e la tv pubblica per annullare la disposizione, stabilita sulla base del decreto spending review del 2012, secondo cui i componenti del consiglio di amministrazione in pensione devono svolgere il loro incarico a titolo gratuito.

A riferire la notizia è l’Adnkronos, che ricorda come già lo scorso anno i soli Mazzuca e Diaconale si fossero rivolti al Tar del Lazio che ha ora demandato la questione alla magistratura ordinaria perché ha evidenziato l’esistenza di un “difetto di giurisdizione del Giudice amministrativo, trattandosi di controversia devoluta alla giurisdizione del Giudice ordinario”.

I tre consiglieri avrebbero dalla loro diversi elementi, tra cui la norma europea – che ha prevalenza sulla legislazione italiana – secondo la quale non si possono fare discriminazioni per sesso, razza ed età.