«La lingua batte dove il dente duole» e allora … continuamo a parlare di certe appartenenze musicali ma stavolta segnalando un avvenimento di assoluta rilevanza, nonché di portata storica. Sabato 30 aprile presso Off di Modena (www.stoff.it) andrà in scena “Requiem, Italian Gothic Day”, il primo raduno nazionale di musica dark.

marco-pipitone

Trattasi di una serata che si traduce in una selezione di Dj in grado di rappresentare un ambito musicale sotterraneo ma che vanta grandi tradizioni in tutta Italia. Saranno, infatti, presenti oltre quaranta organizzazioni provenienti da ogni regione, per un evento che si annuncia sin da ora all’insegna del tutto esaurito. «In questo mondo – dicono gli organizzatori – riuscire a radunare un discreto numero di persone per evento resta ancora oggi sinonimo di grande successo – e continuano – abbiamo scelto come location Modena proprio perché in ambito italiano, resta a tutt’oggi una delle capitali indiscusse della musica dark».

È proprio così, Modena conserva una storia ricca e piena di tradizione, sebbene il presente non sia meno sostenuto e anzi, continui a proporre inalterata la ricetta connessa a diverse organizzazioni operanti all’interno di svariati locali della città (alcune di queste come il Condor e Obscura Verba, saranno presenti).

L’iniziativa sarà un’occasione per gli amanti della musica dark-wave per incontrarsi, danzare e condividere una passione che trova – come detto – negli anni del post-punk le proprie inequivocabili radici. L’ambiente goth (termine utilizzato all’estero per definire ciò che noi in Italia chiamiamo Dark); in ambito dark, a livello organizzativo, non è semplice; sono diverse le fazioni, tanto che riuscire a riunire oltre il 95% delle organizzazioni presenti sul territorio può essere considerata un’autentica impresa. In termini musicali, il contesto non è così manifesto e come detto in precedenza resta prevalentemente ancorato ai margini della musica rock. Citare ad esempio i Cure, oppure i Joy Division, potrebbe non essere sufficiente (come già scrivo in altri articoli): la cerchia sulla quale si sviluppa il genere è estremamente sfaccettata e volge lo sguardo oltre «il buio apparente»: Virgin Prunes, Sex Gang Children, Bauhaus, sono soltanto alcune band seminali in grado di stabilire il mood imperante all’interno della scena.

Gli organizzatori di Requiem, concludono entusiasti nel ricordare quanto l’avvenimento stia avendo un riscontro sui social di grande rilevanza: «Siamo colpiti da così tanta attenzione, a Modena arriverà gente da ogni parte d’Italia».

Il solito dj qualunque – neanche a dirlo – sarà presente in console con amici e colleghi, pronto a fare festa per una serata che si annuncia epocale.

9 canzoni 9 … per esserci

Lato A

Lucretia my Reflection • The Sisters of Mercy

Sebastiane • Sex Gang Children

Dark Entries • Bauhaus

Baby Turns Blue • Virgin Prunes

 Lato B

One Hundred Years • The Cure

Transmission . Joy Division

Spellbound • Siouxsie and the Banshees

Polaricht • Xmal deutcshland

Requiem • Killing Joke