Domenica 17 aprile 2016, si vota il referendum sulle trivelle. Si tratta di un referendum abrogativo, cioè uno strumento di democrazia diretta che la Costituzione prevede per richiedere la cancellazione, in tutto o in parte, di una legge dello Stato.

Il testo del quesito
“Volete voi che sia abrogato l’art. 6, comma 17, terzo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, “Norme in materia ambientale”, come sostituito dal comma 239 dell’art. 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di Stabilità 2016)”, limitatamente alle seguenti parole: ‘per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale’?”.

Qui la guida al voto de ilfattoquotidiano.it, con le ragioni del sì e le ragioni del no.

Il quorum
Perché la proposta soggetta a referendum sia approvata occorre che vada a votare almeno il 50% più uno degli aventi diritto al voto e che la maggioranza dei votanti si esprima con un “Sì”. Votando “Sì” i cittadini avranno la possibilità di cancellare la norma sottoposta a referendum.

Chi può votare
Hanno diritto di voto tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto la maggiore età. Il corpo elettorale è composto da 46.732.590 elettori, di cui 22.465.001 maschi e 24.267.589 femmine, ripartito negli 8.000 Comuni e nelle 61.562 sezioni elettorali del territorio nazionale, a cui vanno aggiunti i residenti all’estero (3.898.778), che possono votare per corrispondenza.

Dove si vota
Si vota in tutta Italia e non solo nelle 9 regioni che hanno promosso il referendum.

Quando e come si vota
Per poter esercitare il diritto di voto, bisogna recarsi dalle 7 alle 23 presso l’ufficio elettorale di sezione nelle cui liste si risulti iscritti, esibendo oltre ad un documento di identità, la propria tessera elettorale.

Come richiedere la tessera elettorale
Qualora non trovi la propria tessera elettorale o si scopra che gli spazi per l’apposizione del timbro sono esauriti, si potrà chiedere una nuova tessera agli uffici comunali che saranno aperti al pubblico venerdì 15 e sabato 16 aprile, dalle ore 9.00 alle ore 18.00, mentre domenica per tutta la durata delle operazioni di voto (dalle ore 7.00 alle ore 23.00).

Scrutinio e risultati
Lo scrutinio dei voti inizierà nella stessa giornata di domenica, subito dopo la chiusura delle votazioni. I risultati saranno pubblicati sul sito del Ministero dell’Interno.