L’Antitrust ha avviato un’istruttoria nei confronti di Deloitte&Touche, Meridiana Italia, Kpmg, PricewaterhouseCoopers, PricewaterhouseCoopers Advisory e Reconta Enrst&Young per accertare se abbiano posto in essere “un’intesa avente ad oggetto il coordinamento delle modalità di partecipazione alle gare nel settore dei servizi di supporto e assistenza tecnica alla Pubblica Amministrazione per l’attuazione dei programmi cofinanziati dall’Unione europea”. Nei giorni scorsi, funzionari dell’autorità hanno svolto ispezioni a Roma e a Milano nelle sedi delle società interessate, con l’ausilio del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza.

A insospettire l’authority garante della concorrenza è stata, in particolare, l’analisi delle offerte presentate per la gara indetta da Consip lo scorso 19 marzo per l’affidamento dei servizi di supporto e assistenza tecnica alle autorità di audit dei programmi cofinanziati. Dal confronto delle offerte, si legge, “parrebbe emergere l’assenza di un effettivo confronto concorrenziale tra parti sia in termini di mancata sovrapposizione delle offerte maggiormente competitive” – e “tale differenziazione delle offerte economiche non sembra spiegabile se non nell’ottica di un disegno spartitorio, finalizzato ad annullare il confronto concorrenziale per ciascun lotto di interesse” – sia “di scarsa aggressività delle offerte formulate in relazione ai diversi lotti”. Quando sono state aperte le buste, le società sotto istruttoria sono risultate vincitrici di cinque lotti.

Secondo l’Antitrust, la strategia “consistente nel presentare ribassi molto contenuti in alcuni lotti appare volta, con ogni probabilità, a favorire l’aggiudicazione di tali lotti all’unico dei soggetti partecipanti all’intesa che avrebbe offerto uno sconto più significativo (30-35%). Ciò, nell’intenzione delle parti, avrebbe garantito al ‘designato vincitore’ l’ottenimento di un punteggio economico comunque elevato anche nel caso in cui altri partecipanti alla gara avessero presentato offerte più competitive”.

Il procedimento si concluderà entro il 31 ottobre 2017.