Beni per mezzo miliardo di euro sono stati sequestrati stamattina alla cosca Iannazzo di Lamezia Terme. I sigilli sono stati applicati al centro commerciale “I due mari“, uno dei più grossi della Calabria. Su richiesta della Dda di Catanzaro, infatti, la Guardia di Finanza ha sequestrato le proprietà all’imprenditore Francesco Perri definito “colluso”. “Perri – spiega il comandante del Gico Michele Di Nunno – tesse un rapporto di reciproche prestazioni con la ‘ndrangheta. L’operazione ‘Nettuno‘ serve a dimostrare ancora una volta come la ‘ndrangheta abbia permeato il tessuto economico regionale. Sicuramente lo stesso si può dire a livello nazionale”. Un colpo alle cosche, ma non ai dipendenti del centro commerciale. “Sarà cura della Procura e del Gico – aggiunge – garantire i livelli occupazionali”