La Boldrini fa appello agli organi di informazione per non invitare più Salvini? Deve tacere e stare zitta. Dice cazzate e parla a sproposito. Ma faccia appello a un altro tipo di organi. Volete che vi faccio un disegnino?“. Sono le parole della deputata di Forza Italia, Daniela Santanchè, durante La Zanzara, su Radio24, a proposito della reazione polemica dalla presidente della Camera alle dichiarazioni rese dal leader della Lega proprio nella trasmissione radiofonica (“La Boldrini andrebbe messa su un barcone, ma in senso contrario”). A riguardo, Laura Boldrini, a margine di un convegno a Montecitorio, ha affermato che le parole di Salvini si qualificano da sole. Tuttavia, a fare l’appello ai media perché il capo del Carroccio non venga più invitato è stato, in realtà, il capogruppo di Sel, Arturo Scotto, e non la presidente della Camera. In ogni caso, Santanchè attacca pesantemente Boldrini: “Non potrebbe essere presidente della Camera perché votata da una maggioranza che non c’è più. Boldrini non sarebbe più votata, per cui tenga il suo sederino al calduccio, parli meno, parli poco, perché deve capire che è un’usurpatrice di quello scranno“. Attacco frontale anche all’attrice comica Luciana Littizzetto, rea di aver ironizzato sulla trasfigurazione fisica di Flavio Briatore: “Su Briatore ha detto solo cattiverie. Se lei si rifacesse qualcosa non sarebbe malissimo, glielo consiglio. La Littizzetto la vedo sempre sul tavolo da Fazio, tutta scosciata con le sue gambe lunghe, belle e magre. Quanto mi piace, è così sexy con quelle gambe lunghissime, così magre, con un bel femore. Io la vedo meravigliosa. Alla Parietti fa un baffo”