Antonio Bassolino non ci sta e dal teatro Augusteo di Napoli, in cui ha raccolto i suoi sostenitori, ribadisce che non ha intenzione di fermarsi. “Altro che fedelissimi, oggi siamo più persone qui dentro che gli iscritti al Pd di Napoli”. L’ex sindaco in attesa dell’esito del suo secondo ricorso sulle primarie presentato ieri, avvisa i vertici del partito. “Evitiamo un probabile suicidio del Pd – ha detto Bassolino – ma affinché le primarie vivano e si rafforzino seve trasparenza, non cavilli burocratici”. Bassolino al termine del suo intervento con i giornalisti non esclude l’ipotesi di correre da solo senza il Pd. “Intanto ascolto la città, adesso aspetto l’esito del ricorso, poi vediamo, una cosa alla volta”