Primo giorno di votazioni sugli articoli del disegno di legge Unioni civili e primo ostacolo superato: il Senato ha respinto la richiesta della Lega Nord di non procedere all’esame del testo. I voti favorevoli sono stati 101, i contrari 195 e 1 astenuto (che vale voto contrario). L’emendamento Calderoli-Quagliariello che chiedeva il blocco della legge è stato respinto così a votazione palese. L’estensore del provvedimento, il leghista Roberto Calderoli, si è prodotto in una articolata protesta in aula, culminata con una storpiatura linguistica delle ‘step child adoption’, una nuova puntata della lunga serie di strafalcioni in aula