“Le stimmate di Padre Pio? Sono mistificazioni, io non c’ho mai creduto, magari era una forma isterica. Non credo nemmeno a quelle di San Francesco“. Così don Paolo Farinella, sacerdote genovese e blogger de ilfattoquotidiano.it, ai microfoni de La Zanzara (Radio24) sulla questione della salma traslata in Vaticano. “E’ come credere in forme ancestrali, preistoriche, forme magiche, Padre Pio è morto e bisogna lasciarlo per terra” aggiunge il prete. “Perché il Papa ha voluto portarla a Roma? Perché è argentino, lì c’è una devozione fortissima e la chiesa è frantumata”. “Quelli vanno tutti da Padre Pio, tutto l’immorale – continua – che c’era nel mondo l’hanno appoggiato”. Poi affronta il tema delle unioni civili: “Un bambino può crescere con due uomini, è sempre meglio di un orfanotrofio. E’ indispensabile che nell’affettività ci sia l’elemento maschile e femminile, ma questo non necessariamente è dato da un uomo e una donna”