La bomba all’idrogeno della Corea del Nord? Tutte puttanate. I nordcoreani non vogliono assolutamente buttare la bomba su qualche altra nazione, ma vogliono difendere il loro Paese. E ce l’hanno bella chiusa a chiave in cantina, non la useranno“. Così il senatore di Forza Italia, Antonio Razzi, ai microfoni de La Zanzara (Radio24), rassicura i conduttori della trasmissione radiofonica riguardo al test che sarebbe stato effettuato con una bomba nucleare all’idrogeno dalla Corea del Nord il 6 gennaio. “Kim Jong-un è una bravissima persona, fossero tutti come lui” – precisa il parlamentare – “E’ bravissimo: puoi tranquillamente stringergli la mano e serenamente parlarci. Ma poi non c’è bisogno di parlare male di lui in Corea, perché se uno è bravo è bravo. Lui fa tutto specialmente per i ‘ragazzi giovani’. Lì lavorano tutti, non ne vedi uno a spasso. Non c’è assolutamente disoccupazione, sono tutti molto ospitali, gentili, precisi, puliti e sempre col sorriso. Non li vedi mai incazzati“. Poi l’annuncio: “Lunedì mattina, alle 11.00, incontro l’ambasciatore nordcoreano, che verrà nel mio ufficio e mi informerà di tutto. Io sono disposto a fare da mediatore per l’Onu e a dialogare tranquillamente per loro. A me non spaventa proprio nessuno. L’amico Matteo Salvini ha visto coi suoi occhi che ho un bel rapporto con la Corea del Nord. Posso parlare con Kim, che è il presidente della Repubblica, e col segretario generale del Partito dei Lavoratori: tutte persone che con me sono bravissime”. Razzi riserva parole molto dure al giornalista Gad Lerner, che ieri su twitter ha scritto: “Esplode bomba all’idrogeno in Corea del Nord e provoca terremoto. Peccato che Salvini e Razzi non si trovassero nella loro patria elettiva”. “Non ho risposto a quel tweet” – spiega il senatore di FI – “perché pensavo che fosse un fake. Comunque, io sto benissimo, così quello lì che mi vuole morto se la piglia in quel posto. Prima lo ritenevo un giornalista valido di serie A, ora non sta nemmeno nella serie C. Un giornalista serio una battuta del genere non la farebbe mai, poi se non è serio è chiaro che parla a vanvera”