Dopo la bagarre avvenuta durante il Consiglio regionale abruzzese (chiamato ad esaminare il documento di programmazione economico finanziario, il bilancio di previsione e la legge di stabilità) con il presidente della Giunta, Luciano D’Alfonso, che ha strattonato la consigliera M5S, Sara Marcozzi, per riprendersi la poltrona occupata in segno di protesta, i Cinque Stelle hanno pubblicato un nuovo video di protesta. Il filmato mostra il consigliere del Pd Camillo D’Alessandro che, dopo aver detto di preferire la rissa e che non vuole essere ripreso con il cellulare, si avventa contro il grillino Domenico Pettinari.

Dopo la diffusione del video è arrivata la replica di D’alessandro: “Io – si legge in un comunicato stampa – non ho aggredito nessuno, ma al contrario ho ricevuto sulla rete minacce anche pesanti, rispetto alle quali la questura ha acquisito documentazione, a causa di un video, montato ad arte, dove si accostano parole ed immagini in modo da costruire la scena di una aggressione, l’aggredito sono io. Ho semplicemente e volutamente cercato di spostare il telefonino di un consigliere di 5 stelle che provocatoriamente riprendeva. La frase “preferisco la rissa” non solo era ironica, ma aveva un antefatto ancora più ironico. Qualche mese un consigliere  regionale Cinque Stelle, in un concitato confronto con il Presidente del Consiglio regionale mi avverti che lui era campione di box, cosa ribaditami in aula durante un passato consiglio regionale. Insomma  mi riferivo proprio ironicamente a lui, tra l’altro in una frase non ripresa, nella quale mi riferivo al consigliere boxeur”