Un gruppo di circa una settantina risparmiatori, tutte vittime del fallimento delle banche salvate dal decreto del governo, si è radunato a 500 metri dalla Leopolda a Firenze dove era in corso la kermesse renziana. I manifestanti, con cartelli, striscioni e fischietti, sono stati tenuti a distanza dall’entrata. Tra loro persone che in poche ore hanno visto andare in fumo i loro risparmi. “Vogliamo solo i nostri soldi, non l’elemosina che ci hanno proposto”. In tarda mattinata, una delegazione di loro è stata ricevuta dal ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan. “Abbiamo chiesto tutele per tutti i risparmiatori aumentando il fondo a 400 milioni di euro – ha spiegato una volta uscito Andrea Vivi, uno dei risparmiatori -. Le dimissioni della Boschi non mi interessano. Sono deluso da questa Leopolda – ha concluso – perché è un’autoproclamazione di un mondo che non esiste”