Il quotidiano ‘Libero’? Quel giornale fa schifo, non mi ci pulirei nemmeno il culo, anche perché il piombo è cancerogeno. Preferisco i settimanali colorati. Almeno hanno un po’ più di classe”. Sono le corrosive parole del fotografo Oliviero Toscani, ospite de La Zanzara, su Radio24, a proposito della discussa prima pagina del quotidiano, all’indomani degli attentati a Parigi. E spiega: “Il titolo “Bastardi islamici” di Libero? E’ un titolo molto forte, ma fare una pagina così è da coglioni. Belpietro? E’ abbastanza coglione, uno viene giudicato per quello che è. Io trovo che provocare sia fantastico” – continua – “vuol dire rimettere tutto in discussione e far vedere le cose in modo diverso. Ma quel titolo è una trovata banale, gratuita, poco intelligente. Serve solo ad aumentare il numero di copie, Belpietro ha problemi di distribuzione e di tiraggio del quotidiano. E per ‘tiraggio’ intendo anche in un altro senso, perché uno così è un po’ impotente”. Toscani si dichiara assolutamente contrario a un intervento militare contro l’Isis, così come declamato più volte dal leader della Lega Matteo Salvini: “In realtà, qui abbiamo di fronte un cancro sociale, una grande malattia, che è prodotto dalla religione. La religione è stata la manifestazione più deteriorata e più negativa della creatività umana. Le religioni sono la cosa peggiore dell’uomo. Hanno fatto solo disastri, sono una perdita di tempo. Sono un’invenzione per dare sicurezza all’uomo, per delegare a qualcun’altro e non assumersi le proprie responsabilità”. E rincara: “Con le religioni si spera di andare in Paradiso e intanto nessuno vuole davvero morire, perché non c’è sicurezza che ci sia questo Paradiso. Anche gli stessi papi, quando stanno per morire, si curano, no? Il crocifisso nelle scuole?” – chiosa – “Questa invadenza mi dà fastidio, è istigazione alla violenza. Il crocifisso come simbolo estetico, comunque, con uno così magro su una croce è molto punk