“Col senno di poi tutti siamo capaci di fare valutazioni e critiche sull’operato dell’intelligence francese. Da quello che so io sono state messe in campo tutte le risorse disponibili. Quello che è mancato è il supporto delle comunità musulmane e arabe in Europa e non solo“. Sono le parole del deputato Pd Khalid K. Chaouki, italiano di origine marocchina, intervenuto a Radio Roma Capitale nel corso dello speciale sui fatti di Parigi. Il parlamentare esprime un duro monito alle comunità islamiche italiane ed europee: “Devono prendere consapevolezza del loro ruolo e della responsabilità che hanno e unirsi alla lotta al terrorismo. Senza il loro aiuto non basterà né l’esercito né l’intelligence. Serve una risposta culturale dal basso e su questo non è stato fatto abbastanza finora“. E aggiunge: “Oggi non bastano più i comunicati stampa di condanna e le solite prese di posizione: i musulmani devono scendere in piazza e manifestare fianco a fianco con tutti gli altri cittadini, anche nelle testimonianze di condanna e nell’espressione di un destino comune nelle nostre comunità. Tra i musulmani c’è molta paura” – continua – “e forse il non pieno senso di cittadinanza. In questa direzione io sto cercando di dare il mio contributo, ma è necessaria una partecipazione più genuina da parte delle comunità islamiche. Non solo formalità e comunicati. D’altro canto, bisogna anche evitare di pubblicare titoli vergognosi come è stato fatto da alcuni quotidiani