C’era anche il regista Quentin Tarantino a Bryant Park, a New York, tra i manifestanti che hanno protestato contro le violenze della polizia, in particolare quelle rivolte contro gli afroamericani. Il regista premio Oscar ha, infatti, sfilato per le strade della metropoli, chiedendo una riforma del sistema della giustizia penale e delle forze dell’ordine negli Usa. I manifestanti hanno letto i nomi di 250 vittime delle azioni sconsiderate della polizia, tra cui anche Michael Brown, diciottenne disarmato ucciso a Ferguson nell’agosto del 2014, e Freddie Gray, 25enne morto ad aprile dopo essere stato arrestato a Baltimora
(video tratto dalla pagina Facebook di Gregory Kirschenbaum)