Marc Marquez partirà davanti a tutti sul circuito di Phillip Island, terz’ultimo appuntamento del mondiale. Lo spagnolo della Honda ha ottenuto la pole, ottava volta in stagione, con il tempo di 1’28.364. Secondo posto per la Ducati di Andrea Iannone. Ma l’attenzione è tutta su i due sfidanti per il titolo mondiale. Jorge Lorenzo scatterà in terza posizione: lo spagnolo che ha chiuso a 316 millesimi da Marquez, deve recuperare 18 punti in classifica generale da Valentino Rossi. “Il dottore” ha chiuso settimo a 650 millesimi da Marquez e partirà quindi dalla terza fila. Davanti a Rossi ci sono anche Dani Pedrosa (Honda), Cal Crutchlow (Honda) e Maverick Vinales (Suzuki). Chiudono la top ten  i due fratelli Espargaro con Aleix (Suzuki) autore dell’ottavo tempo e Pol (Yamaha) del nono e Andrea Dovizioso (Ducati), decimo.

Il “Dottore” non nasconde la delusione: “Non sono molto contento del passo, perché in realtà sono abbastanza costante anche con le gomme usate, ma non abbastanza veloce. È stata una giornata difficile, abbiamo fatto un po’ di cose per provare a migliorare il feeling ed andare un po’ più forte, ma in realtà non mi hanno fatto fare lo step che speravamo. Adesso dovremo ragionare per domani, sarà abbastanza difficile, mi manca qualche decimo”.

Nonostante il secondo posto in griglia, anche Jorge Lorenzo non è completamente soddisfatto per le qualifiche: “Sono un pò arrabbiato perché credo che sarei stato secondo se avessi girato da solo, ma alle mie spalle Iannone era davvero velocissimo con la extra soft. La gomma l’ha sicuramente aiutato a limare circa 2 o 3 decimi e a sottrarmi la seconda posizione. Era importante partire davanti, di solito parto meglio di Marquez, ma anche per Iannone è lo stesso. Stare dietro di loro renderà il primo giro molto difficile. Dovremo avere pazienza, la gara sarà molto lunga. Poco a poco lavorerò sul mio ritmo per raggiungere in testa e Marquez giocarmi la vittoria, questo è il mio obiettivo”. Domenica, la gara inizia alle sette ora italiana.

Buone notizie, intanto, per Alex De Angelis dopo il grave incidente avuto durante le qualifiche del Gran Premio del Giappone. E’ stata sciolta la prognosi e le sue condizioni sono in miglioramento. I medici ritengono che De Angelis possa quindi affrontare un viaggio intercontinentale e  potrà quindi tornare a San Marino nei prossimi 10 giorni.