In duecento, domenica 27 settembre a Desenzano, al cospetto del visconte Cobram, il megadirettore della pellicola “Fantozzi contro tutti” fanatico di ciclismo, per la rievocazione della Coppa Cobram, la terribile gara ciclistica di fantiozziana memoria. Abbigliamenti improbabili: mutandoni ascellari, occhialoni da aviatore, ma anche capelli colorati e vestiti assurdi. Ventuno chilometri in tre tappe: un percorso che a tratti lambisce il lago di Garda in una cornice davvero spettacolare  di Simone Bacchetta