Primo dei cinque turni infrasettimanali della stagione 2015/2016. E tanto turnover obbligato per gli allenatori, chiamati ad affrontare tre partite in sette giorni (e un tour de force ancora più duro per le squadre impegnate nelle coppe). Apre nell’anticipo di martedì sera il Milan, a caccia di conferme a Udine e con Balotelli all’esordio dal primo minuto in campionato: una chance importante che l’attaccante non deve sprecare, se vuole scalare le gerarchie di Mihajlovic. La partita più interessante è probabilmente Sampdoria-Roma, trasferta non facile per gli uomini di Garcia già fermati all’Olimpico a sorpresa dal Sassuolo. Può approfittarne l’Inter, che a San Siro ospita il Verona orfano di Toni e con la quinta vittoria in cinque partite potrebbe davvero lanciare la prima fuga stagionale. Turno comodo per la Juventus, che aspetta la “cenerentola” Frosinone, ma dovrà fare a meno in attacco di Mandzukic e Morata (debutto da titolare per Zaza e per Neto in porta). Discorso analogo per il Napoli: sul campo dell’altra neopromossa Carpi, la squadra di Sarri cercherà la seconda vittoria consecutiva, magari ancora in goleada. Match insolito d’alta classifica anche al Bentegodi tra Chievo e Torino, per capire quale delle provinciali rivelazioni di quest’inizio stagione può sognare in grande. Chiude giovedì nel posticipo Empoli-Atalanta. Occhio alle formazioni e anche ai risultati: i turni infrasettimanali riservano sempre sorprese.

UDINESE-MILAN (2 a 3)
Udinese: Karnezis, Heurteaux, Danilo, Piris, Edenilson, Badu, Iturra, Fernandes, Adnan, Thereau, Zapata.
• Colantuono in crisi potrebbe tornare affidamento su Heurteaux in difesa; anche Widmer pronto al rientro. In mediana confermato Iturra in mancanza di alternative, davanti chance per Thereau. Indisponibili: Guilherme, Merkel. Squalificati: Kone.

Milan: Diego Lopez, Calabria, Romagnoli, Zapata, De Sciglio, Poli, Montolivo, Bonaventura, Honda, Balotelli, Bacca.
• Scocca l’ora di Mario Balotelli, alla prima da titolare al posto di Luiz Adriano. Dietro confermato il giovane Calabria, al centro più Poli di De Jong. Indisponibili: Antonelli, Abate, Kucka, Bertolacci, Menez, Niang. Squalificati: nessuno.

CARPI-NAPOLI (23/09, ore 20.45)
Carpi: Benussi, Zaccardo, Bubnijc, Gagliolo, Letizia, Lollo, Cofie, Fedele, G. Silva, Matos, Mbakogu.
• Castori soddisfatto dai suoi contro la Fiorentina potrebbe confermarli nonostante la sconfitta. Davanti Mbakogu contende una maglia a Borriello. Indisponibili: Marrone, Spolli, Wilczek. Squalificati: nessuno.

Napoli: Reina, Maggio, Albiol, Koulibaly, Hisaj, Allan, Jorginho, David Lopez, Mertens, Higuain, Insigne.
• Turnover con moderazione per Sarri. Confermato il 4-3-3, dietro Hisaj può slittare a sinistra se gioca Maggio, davanti più Mertens di Callejon (panchina per Gabbiadini). Lopez al posto dell’acciaccato Hamsik. Indisponibili: nessuno. Squalificati: nessuno.

CHIEVO VERONA-TORINO (23/09, ore 20.45)
Chievo Verona: Bizzarri, Frey, Dainelli, Cesar, Gobbi, Castro, Rigoni, Hetemaj, Birsa, Pellissier, Paloschi.
• Nell’infrasettimanale può ritrovare una maglia il veterano Pellissier. Dentro anche Dainelli in difesa per uno tra Cesar e Gamberini. Indisponibili: Izco, Radovanovic, M’poku. Squalificati: nessuno.

Torino: Padelli, Bovo, Glik, Moretti, Zappacosta, Baselli, Vives, Benassi, Molinaro, Quagliarella, Maxi Lopez.
• Qualche cambio per i tanti impegni: Maxi Lopez per Belotti in avanti, Benassi per Acquah in mezzo. Forse tocca a Zappacosta a destra. Indisponibili: Maksimovic, Avelar, Farnerud. Squalificati: nessuno.

FIORENTINA-BOLOGNA (23/09, ore 20.45)
Fiorentina: Tatarusanu, Tomovic, Rodriguez, Astori, Gilberto, Suarez, Badelj, Alonso, Bernardeschi, Ilicic, Kalinic.
• Paulo Sousa sceglie il turnover: Kalinic per Babacar davanti, dove è difficile l’impiego ravvicinato di Giuseppe Rossi. Spazio anche ad Alonso a sinistra e Badelj nel mezzo. Indisponibili: Kuba. Squalificati: nessuno.

Bologna: Mirante, Ferrari, Oikonomou, Gastaldello, Masina, Taider, Crisetig, Pulgar, Brienza, Mounier, Destro.
• Il Bologna ha vinto ma non convinto contro il Frosinone. Delio Rossi lo conferma, con la variazione possibile di Crisetig in regia al posto di Diawara. Indisponibili: Krafth, Giaccherini, Donsah. Squalificati: nessuno.

INTER-HELLAS VERONA (23/09, ore 20.45)
Inter: Handanovic, Santon, Miranda, Medel, Telles, Brozovic, Melo, Kondogbia, Ljaijc, Perisic, Icardi.
• Tanti dubbi per Mancini, che deve scegliere se confermare la squadra a punteggio pieno o cominciare a fare turnover. Di certo rientra Miranda, subito titolare con Medel per l’assenza di Murillo. Possibile l’impiego di Brozovic e Ljaijc. Indisponibili: Murillo, Dodò, Vidic. Squalificati: nessuno.

Hellas Verona: Gollini, Pisano, Moras, Bianchetti, Souprayen, Sala, Viviani, Greco, Juanito, Pazzini, Siligardi.
• Con Toni e Marquez infortunati e Jankovic squalificato, Mandorlini punterà sugli ex Pazzini, Siligardi e Bianchetti. Indisponibili: Rafael, Marquez, Romulo, Fares, Ionita, Halfredsson, Toni. Squalificati: Jankovic.

JUVENTUS-FROSINONE (23/09, ore 20.45)
Juventus: Neto, Lichtsteiner, Bonucci, Barzagli, Alex Sandro, Lemina, Hernanes, Pogba, Pereyra, Zaza, Dybala.
• Cambi scelti e obbligati per Allegri, che torna al 4-3-1-2: riposa Chiellini, dentro uno fra Rugani e Barzagli. A sinistra Alex Sandro, al centro Hernanes, davanti coppia inedita Dybala-Zaza. In porta prima volta in bianconero per Neto. Indisponibili: Asamoah, Khedira, Marchisio, Mandzukic, Morata. Squalificati: nessuno.

Frosinone: Leali, Rosi, Diakite, Blanchard, Pavlovic, Frara, Gori, Chibsah, Soddimo, Tonev, D. Ciofani.
• Ancora a zero punti, Stellone non ha troppe alternative. Possibile il debutto di Castillo al posto di Ciofani, e l’avanzamento di Tonev per dare più copertura. Indisponibili: Carlini, Gucher, Longo. Squalificati: nessuno.

LAZIO-GENOA (23/09, ore 20.45)
Lazio: Marchetti, Basta, Gentiletti, Mauricio, Radu, Parolo, Cataldi, Felipe Anderson, Milinkovic-Savic, Lulic, Matri.
• Dopo l’imbarcata a Napoli, torna Gentiletti al centro della difesa. Milinkovic sulla trequarti per dare equilibrio, chance per Kishna. Indisponibili: De Vrij, Biglia, Candreva, Klose. Squalificati: nessuno.

Genoa: Lamanna, De Maio, Burdisso, Marchese, Cissokho, Rincon, Dzemaili, Laxalt, Perotti, Pandev, Ntcham.
• Ancora privo di Pavoletti e Gakpé, Gasperini punta su Pandev per sbloccare lo sterile attacco rossublù. Dietro Marchese per lo squalificato Izzo. Indisponibili: Perin, Munoz, Tino Costa, Tambè, Pavoletti, Gakpé. Squalificati: Izzo.

PALERMO-SASSUOLO (23/09, ore 20.45)
Palermo: Sorrentino, Struna, Gonzalez, El Kaoutari, Lazaar, Hiljemark, Maresca, Rigoni, Quaison, Vazquez, Gilardino.
• Sfortunato il giovane Djurdjevic, fratturato e operato dopo essersi affacciato in Serie A. Davanti allora spazio al “vecchio” Gilardino; a centrocampo potrebbe toccare a Maresca. Indisponibili: Morganella, Bolzoni, Djurdjevic. Squalificati: nessuno.

Sassuolo: Consigli, Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso, Missiroli, Magnanelli, Duncan, Sansone, Defrel, Berardi.
• Di Francesco conferma la squadra che è uscita indenne dall’Olimpico e potrebbe rilanciare Berardi, pienamente recuperato, dal primo minuto. Dietro torna Vrsaljko dalla squalifica. Indisponibili: Antei. Squalificati: nessuno.

SAMPDORIA-ROMA (23/09, ore 20.45)
Sampdoria: Viviano, Pereira, Moisander, Silvestre, Regini, Barreto, Fernando, Soriano, Correa, Eder, Murial.
• La difesa fa acqua ma Zenga non ha grandi alternative a disposizione, se non rischiare Zukanovic appena rientrato dallo stop. Davanti può toccare dal primo minuto al giovane Correa. Indisponibili: De Silvestri, Coda, Cassani. Squalificati: nessuno.

Roma: De Sanctis, Florenzi, De Rossi, Manolas, Digne, Nainggolan, Keita, Pjanic, Salah, Dzeko, Iago Falqué.
• Dopo il turnover malriuscito col Sassuolo, Garcia ritorna all’undici tipo. Unico dubbio se schierare De Rossi in difesa, o dargli un turno di riposo. Indisponibili: Szczesny, Strootman. Squalificati: nessuno.

EMPOLI-ATALANTA (24/09, ore 20.45)
Empoli: Skorupski, Laurini, Tonelli, Barba, Mario Rui, Paredes, Ronaldo, Croce, Saponara, Pucciarelli, Maccarone.
• Giampaolo pronto a dare spazio agli uomini decisivi nella vittoria di Udine: dentro Paredes e Ronaldo dal primo minuto a centrocampo. Indisponibili: Mchdlidze, Cosic. Squalificati: nessuno.

Atalanta: Sportiello, Masiello, Stendardo, Paletta, Dramé, Kurtic, De Roon, Carmona, Moralez, Gomez, Pinilla.
• Pinilla torna dalla squalifica e relega Denis in panchina. Possibile anche che D’Alessandro dia fiato ad uno fra Gomez e Moralez. Indisponibili: Estigarribia. Squalificati: nessuno.