“Se il ministro Padoan pensa che l’unico criterio per le pensioni (anticipate, ndr) sia l’aspettativa di vita, allora facciamola per mestieri e scopriremmo che l’aspettativa di vita è profondamente diversa tra chi per lavoro stacca cedole e chi sta all’altoforno”. Così il segretario generale della Cgil Susanna Camusso ha commentato nel corso del direttivo del sindacato lombardo a Expo, la strategia del governo sulle pensioni e la possibile flessibilità in uscita per tamponare l’emergenza esodati. “Apprendo che il governo avrebbe deciso di fare delle cose, ma è un rimpallo quotidiano tra un ministro e un altro, se intervenire o non intervenire”