La polizia ha sgomberato 56 alloggi di uno stabile Aler interamente occupato da abusivi in via Comacchio 4 a Milano, nel quartiere popolare di Corvetto, periferia sud-est. Negli appartamenti abitavano circa duecento persone, soprattutto di origine sudamericana, tra cui cinquanta minori. Imponente lo schieramento di forze dell’ordine per quello che è il più grande sgombero degli ultimi anni a Milano.
Le operazioni sono iniziate nelle prime ore di questa mattina. E si sono rese necessarie – informa la polizia – per iniziare i lavori di ristrutturazione dello stabile da parte dell’azienda che gestisce l’edilizia residenziale in Lombardia.
Al maxi blitz hanno partecipando poliziotti, carabinieri, finanzieri, agenti della polizia locale, vigili del fuoco, operatori del 118 e assistenti sociali per la successiva ricollocazione delle persone allontanate dallo stabile di via Comacchio. Il Comune di Milano ha infatti previsto sistemazioni alternative per le famiglie sgomberate. Le persone sgomberate saranno ricollocate in diverse strutture senza separare i nuclei familiari.