Il Torino, dopo la netta vittoria per 4-1 contro il Pescara all’esordio in Coppa Italia,  torna a concentrarsi sugli obiettivi di mercato. Ad una settimana dall’avvio della Serie A, è uno solo l’obiettivo concreto nella testa dei dirigenti granata e risponde al nome di Andrea Belotti. L’arrivo di Alberto Gilardino, ormai prossimo a vestire la maglia del Palermo, potrebbe essere il tassello essenziale per completare la trattativa: Cairo e Petrachi sono pronti a chiudere nei prossimi giorni per 7 milioni di euro.

Tanti i nomi sul taccuino della dirigenza del Toro per il ruolo di bomber, in realtà però il vero obiettivo rimane sempre Belotti. L’attaccante dell’Under 21 è pronto a lasciare la Sicilia e ad accasarsi sotto la Mole, dove sotto la guida di Giampiero Ventura spera di guadagnarsi un posto da titolare al fianco di Fabio Quagliarella.

Negli ultimi giorni anche la dirigenza rosanero, che era sempre stata piuttosto fredda sulla trattativa, ha aperto degli spiragli. Con l’arrivo di Gilardino gli spazi per Belotti rischierebbero di ridursi, mentre il Torino in questo senso gli dà ampie garanzie di crescita. L’offerta c’è ed è concreta, resta solo da capire quando l’operazione potrà sbloccarsi.