Dalla Danimarca è arrivata venerdì la notizia del forte interesse della Juventus per Christian Eriksen, forte trequartista del Tottenham. La valutazione di 18 milioni fatta da molti media non è però reale: Eriksen ha 23 anni, la scorsa estate venne acquistato per 13 milioni ma solo perché in scadenza con l’Ajax e dopo una stagione con 38 presenze e 10 gol in Premier League il Tottenham non chiederà certo così poco. La Juve, però, potrebbe avere una chiave per sbloccare la trattativa: Fernando Llorente.

Lo spagnolo piace molto al tecnico degli Spurs Mauricio Pochettino, che al tempo stesso però stravede per Eriksen e l’ha sempre schierato come titolare fisso nella sua gestione. Difficile, quasi impossibile arrivare al promettente trequartista danese: la Juve ci proverà aggiungendo il cartellino di Llorente ad una somma di circa 15 milioni, in modo tale da conservarne anche per un altro centrocampista.

Questo il piano di Marotta e Paratici, da verificare la disponibilità del presidente del Tottenham Daniel Levy a privarsi della sua stella. Gli Spurs negli ultimi anni hanno venduto solo di fronte ad offerte irrinunciabili (la cessione di Gareth Bale è l’emblema di questa politica societaria) e non hanno particolare bisogno di liquidità. Pensare ad una valutazione di nemmeno 20 milioni per uno dei loro top player sembra francamente utopia. Ma la Juve ha le sue carte da giocare e lo farà.