“Non vedo l’ora di arrivare a Indianapolis e iniziare questa nuova, grande avventura”, commenta entusiasta Stefan Bradl neoacquisto della Aprilia. Il venticinquenne tedesco, campione del mondo in Moto2 nel 2011, finirà le restanti nove gare del campionato di MotoGp 2015 in sella alla seconda moto della scuderia italiana. Il pilota, che ha debuttato in classe 125cc nel 2005, esordirà sulla Aprilia RS-GP, al fianco di Alvaro Bautista già dal prossimo Gp di Indianapolis in programma negli Stati Uniti dal 7 al 9 agosto. Bradl aveva recesso il proprio contratto con la Forward Racing, il team in crisi dopo l’arresto del patron Giovanni Cuzari disposto dalla procura di Lugano per riciclaggio e corruzione e che ha deciso di non correre a Indianapolis perché gli sponsor hanno sospeso i pagamenti. E’ infatti in dubbio anche la presenza della scuderia di Cuzari al Gran premio della Repubblica Ceca, a Brno, in programma il 16 di agosto.

“Inizialmente non sarà facile, è ovvio. – spiega Bradl che nei primi otto Gp ha totalizzato nove punti sulla Yamaha Open – Dovrò abituarmi a un nuovo team e a una nuova moto, per cui il mio obiettivo principale, in questo primo Gran Premio, è quello di iniziare a conoscere i miei tecnici e prendere confidenza con il comportamento della moto”. Il pilota è stato perseguitato nelle ultime gare da un infortunio al polso destro, ma ora sembra esser migliorato: “La situazione è buona: sono molto contento perché la mano non mi sta più dando problemi e ultimamente ho potuto effettuare lo stesso programma di allenamento che facevo prima dell’infortunio“. Prima di ricevere l’ok dai medici per gareggiare a Indianapolis, il campione di Moto2 del 2011 si è allenato “con il Motocross per verificare le sensazioni in moto. Non so ancora come mi sentirò in sella a una MotoGp, ma penso che arriverò alla gara già vicino al 100% della forma fisica”.