Spari al Tour de France, nell’ultima tappa di Parigi. Intorno alle otto, i poliziotti hanno sparato contro un’auto che ha sfondato le transenne che separano il circuito dagli spettatori. Ma il portavoce della polizia francese Eric Trunel alla Nbc News ha sottolineato che al momento “sarebbe esclusa l’ipotesi di un attacco terroristico“.

La Twingo nera viaggiava a forte velocità ed è andata a colpire un altro mezzo, nel quartiere degli Champs-Élysées. I poliziotti sul posto hanno intimato al guidatore di fermarsi, ma a quel punto il veicolo si è lanciato contro le barriere installate a Place de la Concorde e contro gli agenti che hanno aperto il fuoco.

L’uomo alla guida è ricercato e potrebbe essere ferito stando a quanto riporta Le Parisien online. Mentre nessun agente sarebbe rimasto ferito. Sono state aperte indagini per chiarire quello che è successo. Ma un ufficiale chiarisce: “Si tratta di un incidente marginale. L’auto non aveva come obiettivo il Tour de France, non è terrorismo, è solo il semplice rifiuto di rispettare la legge, come accade molte volte al giorno”.