La cancelliera tedesca Angela Merkel ha fatto appello ai Paesi del G7, che si riunisce oggi in Germania, per trovare 100 miliardi di dollari a favore dei Paesi poveri per il cambiamento climatico. Merkel, in un videomessaggio, ha detto che “bisogna mandare un segnale in vista della conferenza sul clima di Parigi a dicembre”. Nella conferenza sul clima del 2009 a Copenaghen i governi avevano dato l’ok alla creazione di un fondo da 100 miliardi di dollari, attraverso finanziamenti pubblici e privati, per contenere nei prossimi anni gli effetti negativi dei cambiamenti climatici sui Paesi poveri. La Merkel oggi ha sottolineato l’importanza che il G7 confermi l’entità del fondo, anche sei i dettagli sugli impegni per finanziarlo verranno presi in un altro momento.

Fuori, intanto, monta la contestazione degli ambientalisti. Si prevede che oltre 10mila manifestanti marceranno a Garmisch-Partenkirchen, la cittadina più vicina a Elmau, dove si terrà il vertice del G7, domani e lunedì. Già dalle prime ore di oggi, un migliaio di manifestanti si sono riuniti con tende e sacchi a pelo in un campo che circonda la città, mentre da tutto il Paese ne stanno arrivando altri in autobus. Gli organizzatori di ‘Stop Elmau’ auspicano che le proteste non siano violente. Più di 20mila poliziotti sono stati dispiegati per garantire la sicurezza al summit, cui parteciperanno i leader di Stati Uniti, Gran Bretagna, Canada, Italia, Francia, Giappone e Germania.

I manifestanti contro il G7 hanno dato il via alle loro proteste già giovedì scorso, quando in circa 35mila si sono riuniti a Monaco di Baviera chiedendo, tra l’altro, ai leader del vertice di intervenire per scongiurare la minaccia del riscaldamento globale.
Da parte sua, la polizia ha fatto sapere che ieri notte tra i 400 ed i 500 manifestanti dal volto coperto hanno marciato per le strade di Garmisch-Partenkirchen al grido di “rivoluzione”. Alcuni hanno portato con sé grandi palloni gonfiati con riprodotto il volto dei protagonisti del G7: dalla stessa Merkel a Renzi, passando per Cameron e Holland. Il vertice entrerà nel vivo domani e si concluderà lunedì.