Non si fa oggi la cessione del Milan. Silvio Berlusconi temporeggia, o forse qualcosa di più, e salta l’incontro con Bee Taechaubol per chiudere l’accordo. Il broker thailandese ha atteso invano nell’hotel in cui alloggia in centro. Sul suo cellulare non è arrivata alcuna chiamata da Arcore, dove l’ex cavaliere è rimasto in riunione per tutto il pomeriggio con la figlia Barbara e con i vertici di Fininvest. Dopo il faccia a faccia di ieri sera, era atteso un secondo confronto oggi con la probabile risposta di Berlusconi all’offerta da 500 milioni presentata da Mr Bee per l’acquisizione del pacchetto di maggioranza del Milan. L’incontro era fissato per le 17, poi slittato alle 19 e infine rinviato. A domani, si dice. Ma a questo punto il condizionale è d’obbligo. Anche perché la cordata cinese rappresentata da Richard Lee continua ad essere presa in considerazione dall’ex cavaliere e ci sono ancora da limare alcuni dettagli di quella del broker thailandese.

Mr Bee ha presentato un’offerta di 500 milioni di euro che, stando a quanto scritto negli scorsi giorni da Il Sole 24Ore, sarebbe supportata in primis da una società di brokeraggio di Abu Dhabi, la Ads Securities, e dalla China Citic Bank, una banca commerciale cinese controllata dal governo di Pechino. I primi sarebbero più che altro interessati dal ritorno finanziario dell’operazione in vista di una possibile quotazione in Borsa, ad Hong Kong o Milano. La banca cinese, invece, vede l’acquisto del Milan come un’operazione a lungo termine che avrebbe un risvolto positivo anche per il Governo in vista di un grande piano per la diffusione del calcio nel Paese.

E sembrava fatta. Nel corso del frenetico pomeriggio si era diffusa la voce che in serata si potesse tenere una conferenza stampa. Poi la lunga e inutile attesa. Mr Bee ha passeggiato per il centro di Milano aspettando un segnale da Villa San Martino. Non è arrivato. Dopo l’ottimismo trapelato dagli ambienti vicini al thailandese, oggi le bocche sono rimaste cucite. E in ambienti finanziari il tentennamento di Berlusconi non è letto come un buon auspicio per la trattativa. Certo, oggi c’era l’esigenza di attendere la chiusura della Borsa per arrivare a un confronto finale. Ma nessuno si aspettava che potesse saltare. Ora Mr Bee ha prolungato la prenotazione della sua suite fino a sabato e attende venerdì per avere una risposta, anche se la concomitanza di 1° Maggio e inaugurazione di Expo non aiuta. Mr Bee, negli scorsi giorni molto attivo su Instagram, dove ha postato anche una foto nella quale era ritratto un cartello con indicati i chilometri di distanza da Milano, oggi è rimasto in silenzio. Nessuna foto e nessuna chiamata.