E’ infondato dire che Mediaset e Mondadori siano aziende da salvare. Così il presidente di Fininvest, Marina Berlusconi, ha replicato all’intervista al Corriere della Sera del sindaco di Milano, Giuliano Pisapia. Il primo cittadino, rispondendo a una domanda sull’ipotesi di candidatura dell’ex Cavaliere alle amministrative 2016, ha detto: “Con il partito a pezzi e le aziende da salvare, escludo che si assuma per cinque anni un impegno gratificante ma durissimo come questo”.

A ribattere poco dopo è stata la figlia del leader di Forza Italia Marina Berlusconi: “E’ una brutta scivolata”, ha dichiarato in una nota. “Non vedo come definire altrimenti la sua affermazione. Si tratta di una affermazione innanzitutto infondata: se parliamo di Mediaset e Mondadori, parliamo di imprese che hanno affrontato con determinazione, coraggio e grande capacità gestionale una crisi senza precedenti e che ora godono di buona salute, tanto è vero che stanno tornando a investire nello sviluppo. Ma sulla bocca del sindaco di Milano si tratta di un’affermazione a dir poco totalmente inopportuna. Perché Mediaset e Mondadori rappresentano un grande patrimonio di questa città, e a Milano hanno dato e continueranno a dare un contributo molto importante”.

La nota di Marina Berlusconi si chiude con un invito polemico a prestare più attenzione alle esigenze della città: “Se posso permettermi un consiglio, da semplice milanese signor sindaco, meglio occuparsi di cogliere appieno la grande opportunità rappresentata dall’Expo, opportunità creata dal suo predecessore Letizia Moratti; e, se avanza del tempo, utilizzarlo per valorizzare quelle che sono vere eccellenze imprenditoriali milanesi. O quantomeno evitare di denigrarle”.