Hamilton davanti a tutti. Ma le Ferrari promettono battaglia. Tradotto: anche in Cina sarà bagarre. Dopo il successo di Vettel in Australia, nel terzo appuntamento del mondiale di Formula 1 a Shangai, il campione del mondo in carica ha dominato entrambe le prime sessioni di prove libere. Il pilota della Mercedes ha chiuso davanti a tutti la seconda sessione in 1’37″219. Alle sue spalle la Ferrari di Kimi Raikkonen (+0.443) che ha preceduto la Red Bull di Daniel Ricciardo (+1.092). L’altro ferrarista Sebastian Vettel è quarto (+1.120) davanti alla Mercedes di Nico Rosberg (+1.180) ed alla seconda Red Bull guidata da Daniil Kvyat (+1.518), autore di un incidente senza conseguenze. Domani sono in programma le qualifiche, domenica la gara. Nella prima sessione, invece, le due Mercedes di Hamilton e Rosberg hanno preceduto la Ferrari di Vettel. Al quarto posto si è piazzata l’altra Ferrari di Kimi Raikkonen (1’40”661), seguita dalla Sauber di Felipe Nasr e dalle Red Bull di Daniel Ricciardo e Daniil Kvyat. Ottava la Toro Rosso di Carlos Sainz, mentre hanno chiuso la top ten le due Williams di Valterri Bottas e Felipe Massa. Solo 17esima la McLaren di Fernando Alonso in 1’42”161.

Vettel: “Avversari forti, ma Ferrari concentrata su se stessa”
“In generale sono contento della vettura, ma credo che domani si possa migliorare ancora. Del resto è a questo che serve il venerdì” ha detto Sebastian Vettel. Che poi ha aggiunto: “Ci sarebbe piaciuto riuscire a fare più giri, ma nel complesso è stata una buona sessione, anche per la squadra. Per domani penso si possa fare un altro passo avanti, poi vedremo cosa fare. Siamo solo alla terza gara dell’anno, e oltre a ciò questa pista è diversa dalla Malesia, per cui la cosa più importante è concentrarci su noi stessi”. La prima guida della rossa di Maranello, poi, ha precisato gli obiettivi per il fine settimana: “L’obiettivo n.1 resta quello di stare subito dietro alla Mercedes, perché bisogna accettare il fatto che loro sono molto forti, ma con il passare del tempo cercheremo di avvicinarci sempre di più. Lottare con loro per la pole domani? Oggi abbiamo visto quanto andavano forte e per noi quel che più conta è migliorare” ha aggiunto il tedesco al sito della scuderia. Un Vettel comunque non spaventato dalla Red Bull: “No, credo che questo per loro sia stato il primo venerdì senza troppi problemi, ed è chiaro che man mano che sta la stagione va avanti, le cose diventeranno sempre più difficili, perché ognuno troverà il suo ritmo. La cosa importante sarà riuscire a gestire le gomme”.

Hamilton fiducioso in vista di Shangai


 

 Ferrari, Gutierrez: “Sarà più dura in Cina”