La manifestazione contro le trivellazioni in Val Padana, che a Zibido San Giacomo, nel Milanese, ha portato comitati e militanti NoTriv un po’ da tutto il Nord Italia, s’è aperta con qualche attimo di tensione. I componenti di una lista civica locale, “Insieme per Zibido” (di estrazione di centrodestra) si sono irritati nel momento in cui gli è stato chiesto di sistemarsi in coda al corteo, luogo riservato alle organizzazioni politiche. “È successo perché non siamo del Movimento 5 Stelle – hanno spiegato – ma l’associazione contro le trivelle a Zibido l’abbiamo fondata noi”. Secondo Vincenzo Lepori, dell’associazione “Cittadini di Zibido” ed organizzatore dell’evento, non c’era nessun cappello politico sulla manifestazione. “È stato chiesto ad ogni movimento di partecipare, ma a livello nazionale ha risposto solo il Movimento 5 Stelle”. Successivamente il corteo si è svolto senza problemi. Interpellati i cittadini di Zibido sull’opportunità di estrarre il metano su cui poggia il loro paese, qualcuno ha detto: “Non se ne può fare a meno vivendo in un mondo che ha scelto la strada del consumo”  di Fabio Abati