“Noi abbiamo sempre pagato tutto. Non sapevamo niente, lo abbiamo appena letto dal giornale”. Sono tutti sorpresi i condomini della sessantina di stabili amministrati ad Alessandria da Daniele Moro. La sede della Gest. Imm. è chiusa da circa un mese, a raccontarne l’incredibile storia ci ha pensato La Stampa. L’imprenditore ha accumulato debiti per centinaia di migliaia di euro con le società di servizi alessandrine. Solo di gas ed elettricità ci sono bollette non pagate per oltre 500mila euro. A dicembre, sembra dopo un primo contatto dei creditori, Moro denuncia il furto nel suo ufficio di fatture e ricevute che attesterebbero i pagamenti. Poi il 12 gennaio resta coinvolto in un incidente stradale, batte la testa e perde i sensi. In ospedale dice di non ricordarsi nulla degli ultimi 13 anni: non la moglie, non la figlia e nemmeno i debiti dei condomini che amministra  di Cosimo Caridi