È iniziato con i migliori propositi il 2015 della Ferrari e di Valentino Rossi. Con 1:20.841, la nuova SF15-T di Kimi Raikkonen ha registrato il miglior tempo nell’ultimo giorno dei test sul circuito di Jerez de La Frontera, dominati dalla “rossa” grazie alle prestazioni di Sebastian Vettel e del pilota finlandese. Nella MotoGp, il dottore è arrivato solo 118 millesimi dietro a Marquez, nella prima giornata dei test di Sepang.

Raikkonen ha preceduto nell’ultima sessione di test la Sauber di Marcus Ericsson (1:22.019) e la Mercedes W06 del campione del mondo in carica Lewis Hamilton, terzo con il tempo di 1:22.172. Il pilota inglese ha completato il programma nonostante un testacoda che, in mattinata, aveva costretto il team a sospendere i lavori per circa 40 minuti.

Le reazioni ai primi risultati della nuova Ferrari sono state di grande entusiasmo, non solo da parte degli addetti ai lavori della scuderia di Maranello. “Direi che c’è una buona base su cui lavorare – aveva detto Sebastian Vettel dopo la seconda giornata dei testi spagnoli – anche se non si possono fare paragoni con le altre squadre, impegnate in programmi diversi”. “Stiamo prestando attenzione ai nostri rivali, soprattutto alla Ferrari che è stata una sorpresa in questi giorni, è molto rapida”, ha detto il pilota della Mercedes Nico Rosberg. Della stessa opinione anche Daniel Ricciardo. “Sebastian è stato davvero veloce – ha osservato il pilota australiano della Red Bull – non so quanta benzina avesse nel serbatoio e in quali condizioni fossero le gomme, ma il tempo era buono. La Ferrari sembra in forma in questo momento”.

Un apprezzamento è arrivato anche dall’ex pilota della Ferrari e oggi presidente non esecutivo del Team Mercedes, Niki Lauda: “La Ferrari è una sorpresa”, ha detto al quotidiano svizzero Blick: “Ho deliberatamente messo il mio maglione rosso per motivare i nostri ragazzi. La Ferrari dovrebbe essere tra i nostri principali avversari nel 2015”, ha aggiunto Lauda.

Le buone notizie nel mondo dei motori arrivano anche dalla Malesia, dove Valentino Rossi ha chiuso la prima giornata dei test sul circuito di Sepang con il tempo di 2:00″380, solo 118 millesimi dietro al campione del mondo in carica. “Marquez non è lontano – ha commentato il dottore – È stata una prima giornata di test positiva, sono felice di essere nuovamente in sella. È andata veramente bene – ha aggiunto il campione di Tavullia – sono stato veloce sia la mattina che il pomeriggio. Abbiamo lavorato molto per migliorare il passo della moto con le gomme usate ed è andato tutto abbastanza bene. La Yamaha è buona e con gli pneumatici nuovi siamo stati in grado di attaccare e fare un buon tempo. La moto è migliorata in diverse aree”.

La casa giapponese si gode anche il terzo tempo di Jorge Lorenzo (2’00″521). “È tutta un’altra storia rispetto allo scorso anno, quando abbiamo avuto tanti problemi”, ha detto lo spagnolo dopo i primi 55 giri del 2015: “Ora siamo avanti sin dall’inizio, nelle prime 3 posizioni, e questo significa che la moto funziona. Sepang non è il nostro tracciato preferito, ma è un buon segno avere le 2 Yamaha lì davanti”.