Un secolo di cinema attraverso gli scatti di quaranta fotografi che hanno dedicato gran parte della propria carriera ad immortalare i protagonisti della settima arte. La Galleria civica di Modena apre le porte al pubblico per mostrare parte del suo patrimonio. Lo fa regolarmente, con un progetto partito nel 2011: questa volta a Palazzo Santa Margherita sarà allestita “The Cinema Show”, una mostra a ingresso gratuito che verrà inaugurata sabato 7 febbraio e rimarrà visitabile fino al prossimo 7 giugno.

Le opere fanno parte della Raccolta della Fotografia del museo modenese. Selezionate per l’occasione da Daniele De Luigi e Marco Pierini, svelano i molteplici aspetti del mondo parallelo che prende vita davanti alla macchina da presa. E non solo: perché accanto alle fotografie di scena e ai ritratti in studio, ci sono gli scatti eseguiti durante le pause sul set oppure in strada di sorpresa, che restituiscono anche il dietro le quinte della macchina dei sogni, assieme agli aspetti più quotidiani e per questo più affascinanti dei divi del grande schermo. Marlene Dietrich e Carroll Baker, John Huston e Tony Curtis, Totò e Roberto Benigni, Claudia Gerini e Cristiana Capotondi, sono tra i protagonisti di questa variopinta carrellata di immagini.

Marilyn Monroe, Anna Magnani, Audrey Hepburn compaiono in alcune immagini rubate dai paparazzi. Visconti o Antonioni sono colti in momenti di concentrazione, altri registi sono invece ritratti mentre conversano con gli attori – Bertolucci con Depardieu in Novecento, Pasolini con la Callas in Medea – o intenti a illustrare l’esecuzione della scena (Fellini in 8 e ½, i Taviani in Kaos).

Un’ampia sezione della mostra è poi dedicata alla fotografia di scena, con immagini scattate da alcuni dei più grandi interpreti di questo particolare genere fotografico sui set di film come La terra trema e Quarto potere, e a star quali Robert De Niro, Alberto Sordi, Jane Fonda, Charlotte Rampling, Ingrid Bergman. Il percorso espositivo abbraccia cento anni di cinema: dal cortometraggio sperimentale “Thaïs” di Anton Giulio Bragaglia, del 1917, lungo tutto il Novecento fino ai film italiani e internazionali degli ultimi anni e ai suoi protagonisti, da Woody Allen a Bill Murray, da Nanni Moretti a Paolo Sorrentino.

Tra i circa quaranta fotografi autori degli scatti, alcuni hanno dedicato un’intera vita professionale al cinema, altri ne hanno ritratto i protagonisti in modo occasionale. Tra i nomi degli autori, Philippe Antonello, Enrico Appetito, Franco Bellomo, Anton Giulio Bragaglia, Jean-François Bauret, Giovanni Cozzi, Chico De Luigi, Franco Fontana, David Gamble, Marcello Geppetti, Pino Guidolotti, Horst P. Horst, Emilio Lari, Erich Lessing, Gina Lollobrigida, Umberto Montiroli, Luciana Mulas, Ugo Mulas, Claude Nori, Gabriele Pagnini, Federico Patellani, John Phillips, Roger Pic, Pierluigi Praturlon, Paul Ronald, Gianfranco Salis, Tazio Secchiaroli, Pino Settanni, Angelo Turetta, Mario Tursi.

Fanno parte della mostra anche due documentari sulla fotografia di scena prodotti da Haiku Film per la televisione: “I fotografi di scena”, dalla serie “I Mestieri del Cinema”, e “Fotografi… in scena: Mario Tursi”.

www.puntarellarossa.it