Circa 100mila ragazzi che hanno compiuto 18 anni negli ultimi 12 mesi non hanno potuto votare alle elezioni per il Parlamento greco. Sì, perché nel paese ellenico gli elenchi elettorali vengono aggiornati solo ogni due anni e le elezioni sono state indette meno di un mese fa. Syriza invece accusa il governo Samaras di non aver preso provvedimenti per evitare che i neodiciottenni si riversassero in massa a votare per Tsipras  di Andreina Baccaro e Gigi Piepoli