Renzi ha riconosciuto il voto delle primarie e il valore del voto in Liguria, ringraziando Cofferati e la vincitrice Patia. Dunque, come si vede, si possono correggere errori e distorsioni in corso d’opera”. Andrea Cozzolino, l’europarlamentare del Pd candidato alle primarie campane per la presidenza della Regione, commenta così l’annullamento dei seggi in Liguria e, soprattutto, i due rinvii delle primarie in Campania. Evento, che a poco più di due settimane dalla data indicata, vede in lizza tre candidati. Ma nelle scorse ore, fuori tempo massimo (il termine per le candidature era il 24 novembre 2014), Gennaro Migliore, che piace alla direzione nazionale del Pd, ha dato la sua disponibilità. Una decisione che ora potrebbe far slittare per la terza volta la data delle primarie. “Spero si voti il primo febbraio”, dice Cozzolino che aggiunge: “Porte aperte a chiunque voglia contribuire a dare una mano al Pd, ma basta titubanze, basta liturgie”. Cozzolino chiude il suo intervento al Palapartenope scongiurando l’ipotesi che la direzione nazionale in Campania cali un candidato senza passare dalle primarie. “Sarebbe un colpo mortale – conclude Cozzolino – per tutti quanti noi”  di Fabio Capasso