“Nei mesi di Expo bisogna fermare i pazzi alle frontiere e sospendere il trattato di Schengen“. Così il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, è intervenuto sul tema della sicurezza in vista dell’Esposizione universale che il commissario unico per l’evento, Giuseppe Sala, ha indicato come obiettivo sensibile. “Mi sento di consigliare questo al ministro dell’Interno, Angelino Alfano. Le telecamere sul sito Expo non bastano da sole”, ha detto Maroni a margine della commemorazione del consiglio regionale per le vittime dell’attentato al settimanale Charlie Hebdo. Poi ha aggiunto: “Sono sempre per la libertà di stampa anche quando mi criticano”  di Francesca Martelli