“Le modalità dell’attacco fanno pensare che bisogna fronteggiare la presenza di cellule di jihadismo militante che hanno raccolto l’appello del Califfato ma non bisogna confondere l’Islam con il fondamentalismo”. E’ il commento del viceministro degli Esteri Lapo Pistelli (Pd) a poche ore dall’attentato alla sede della rivista francese Charlie Hebdo che ha causato 12 vittime. Pistelli critica aspramente la posizione del senatore di Forza Italia Mauzio Gasparri che ha tweettato: “Non possiamo rinunciare a democrazia e libertà. Bisogna reagire. Meno soldi per i riscatti. Armiamo aerei per colpire centrali terrorismo” e il segretario della Lega Nord Matteo Salvini che sempre sui social ha affermato: “Se massacro Parigi sarà confermato di matrice islamica, è chiaro che abbiamo il nemico in casa”. “Sono piromani in campagna elettorale, è come avvicinarsi ad un incendio con la benzina. Queste posizioni dimostrano di non aver capito nulla del problema e voler strumentalizzare le paure delle persone”  di Annalisa Ausilio