Non ci solo il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, e il sindaco di Roma, Ignazio Marino, ad avere una foto ricordo con Salvatore Buzzi coinvolto nell’inchiesta Mafia Capitale. C’è anche l’europarlamentare del Pd, Simona Bonafè. “L’ho spiegato mille volte, era campagna elettorale. Quel giorno – afferma stizzita, a margine del Factory 365, evento organizzato dai giovani dem a Testaccio (Roma) – ho visitato diversi centri. Adesso fatemi parlare con loro”. Poi, alla domanda su come il Pd non si fosse accorto di nulla in questi anni non risponde. “Buzzi  alla cena del Pd? Io non c’ero per problemi di salute, se no ve lo dicevo”, afferma invece il senatore dem Ugo Sposetti ad un tavolo di lavoro sul finanziamento pubblico. “Ci vuole più controllo sociale, anche nei dieci comandamenti c’è scritto ‘non rubare’. Ma non viene rispettato”. E poi ammette: “Forse abbiamo controllato poco noi del Pd”   di Irene Buscemi