“Ciao, sono John Cantlie e siamo a Kobane, nel cuore della zona di sicurezza del Pkk, ora controllata interamente dallo Stato islamico“. Esordisce così il prigioniero britannico Cantlie, come se stesse facendo un collegamento, nel nuovo video diffuso dall’Isis. Il filmato di 5 minuti e 32 secondi, intitolato ‘Dentro Ayn all’Islam‘, si apre con una ampia panoramica di Kobane dall’alto filmata “da un drone dello Stato Islamico” e poi prosegue con l’ostaggio che, vestito di nero, dice di essere nella città controllata completamente dai soldati dello Stato Islamico. “Da un mese – spiega Cantlie che nel video compare con i capelli piu lunghi e la barba più rada – i soldati dell’Isis stanno assediando la città curda e, nonostante i raid americani che finora sono costati mezzo miliardo di dollari, i mujaheddin si sono spinti avanti fino a controllare le zone a est e a sud”. Secondo alcuni osservatori, questo video potrebbe essere la dimostrazione che Cantlie, come John Foley (il giornalista americano decapitato dall’Is), si sarebbe convertito all’Islam