“Lend me your ears”, la serie di filmati diffusi dallo Stato Islamico con protagonista il giornalista inglese sequestrato due anni fa, John Cantlie, che fa da portavoce del movimento terroristico, è arrivata al suo quinto episodio. Nel nuovo video diffuso in rete nella serata di sabato 25 ottobre, il prigioniero annuncia “scomode verità” dietro alle esecuzioni degli altri sequestrati. Il discorso si concentra sulla politica di Usa e Gran Bretagna riguardo alla negoziazione per il rilascio degli ostaggi: “Sono gli unici che non rispondono alle offerte dell’Isis”, dice nel video. La tattica dell’Isis, a partire dal 2013, si è sviluppata in due fasi: “La prima – spiega Cantlie – in cui si è cercato di catturare il maggior numero possibile di ostaggi occidentali che tentavano di entrare in Siria. Poi, è iniziata la fase di negoziazione