Primo via libera in Italia alla fecondazione eterologa in un ospedale pubblico. L’intervento è avvenuto al Careggi di Firenze, con gameti maschili acquisiti in una banca del seme europea. “E’ un trattamento che dura pochissimo e non cruento, praticato in day hospital”, ha spiegato la direttrice sanitaria Maria Teresa Mechi che ha annunciato  40 visite ambulatoriali per le coppie interessate e tempi d’attesa ridotti a un anno, con l’obiettivo di arrivare “a tempi d’attesa inesistenti“. Partita anche la donazione dei gameti. La Mechi ha concluso dicendo che “la strada aperta dimostra che ci sono le condizioni per poter garantire questo tipo di risposta ai cittadini”. E altri ospedali dice: “Si può fare” di Max Brod