Diciassette fumate nere e tre candidature bruciate. Dopo Bruno, Catricalà e Caramazza, in Forza Italia circola il nome del senatore azzurro Francesco Paolo Sisto, presidente della Commissione Affari Costituzionali, appoggiato anche dall'”area fittiana” del partito. “Continuo a fare il mio lavoro – smorza però i toni Sisto – al momento non so se la mia candidatura è stata fatta o sono solo voci di palazzo. Non dipende certamente da me, sono situazioni che vanno affrontate mantenendo un ‘low profile'”   di Annalisa Ausilio