Per errore scattano alla Borsa di Tokyo ordini per 617 miliardi di dollari, un valore più grande del Pil della Svezia. Fortunatamente sono stati annullati prima di essere eseguiti, evitando così una catastrofe finanziaria. Lo ha riferito l’agenzia Bloomberg, spiegando che alle ore 9.25 di mercoledì mattina a Tokyo sono state inserite 40 richieste di transazioni per un controvalore superiore al Pil svedese. L’ordine più grande ha riguardato 1,96 miliardi di azioni Toyota, pari al 57% della capitalizzazione del più grande costruttore mondiale di auto. Secondo gli analisti l’incidente “evidenzia quanto sia concreto il rischio di possibili catastrofi finanziarie solo perché qualcuno non segue correttamente le istruzioni”.