“L’operazione Triton, o Frontex plus come si vuole chiamare, non potrà sostituire Mare Nostrum. E’ stato detto chiaramente anche dal commissario Malmstrom. Alla fine credo che si stiano solo cambiando nomi. E’ una risposta tecnica. Non è una risposta politica per trovare una vera soluzione“. Così l’ex ministro all’Immigrazione e ora eurodeputato socialista Cecile Kyenge che in una conferenza stampa a Bruxelles ha aggiunto: “Una cosa è sicura: si fa un passo in avanti e poi dieci indietro, visto che queste missioni opereranno a 12 miglia dalle frontiere di Lampedusa mentre Mare Nostrum passava nelle acque internazionali”. E, in vista dell’anniversario della strage di migranti a Lampedusa del 3 ottobre, la Keynge invita l’Italia e l’Europa ad “imparare la responsabilità di proteggere e prevenire i conflitti, il rispetto dell’essere umano”  di Alessio Pisanò