Rivoluzione in casa Mittel: la Carlo Tassara di Romain Zaleski ha ceduto la partecipazione del 15,3% nella finanziaria bresciana di area bazoliana a Blue Fashion Group, holding del gruppo Stocchi, famiglia attiva nella meccanica e nel tessile. Il passaggio della quota, avvenuto per 26,3 milioni di euro, fa degli Stocchi i primi soci di Mittel, davanti agli storici azionisti della Fondazione Caritro (10,9%), dell’Istituto Atesino di Sviluppo (8,8%), della Scuola Editrice (3,7%) e della Manuli Realtor (3,4%).

Blue Fashion Group, presieduta da Franco Stocchi, ha definito l’investimento “amichevole” e “ispirato alla storica operatività” di Mittel, di cui intende rafforzare “la strategia di investimenti diretti” in “società industriali o di servizi ad alto potenziale di crescita” nel Centro-Nord Italia, “dando altresì rilevanza ad un consolidamento dell’attività di sviluppo immobiliare di qualità e alla leadership in selezionate attività di servizi”. “L’ingresso di un importante gruppo industriale privato, tra i leader europei nel suo settore tessile-abbigliamento ma con significative iniziative anche nel campo della meccanica, della finanza e dell’immobiliare, è un’ottima notizia per Mittel”, ha commentato il presidente Franco Dalla Sega sottolineando “il carattere amichevole dell’operazione e la evidente condivisione degli obiettivi strategici con i principali soci storici”. “Mittel – ha aggiunto – potrà tornare in tempi ristretti alla sua originaria missione di investimenti diretti in aziende di medie-grandi dimensioni ad alto potenziale di sviluppo e di fornitore specializzato di servizi alle imprese”. Il tentativo di sterzare sulla consulenza, naufragato dopo la frattura con l’ex amministratore delegato Arnaldo Borghesi, finisce dunque in soffitta.

Blue Fashion, che ha un patrimonio netto contabile di circa 150 milioni e nel 2008 ha ceduto il brand Jeckerson al fondo Stirling Square Capital, ha acquistato la quota in Mittel a 1,75 euro per azione, a premio rispetto alle quotazioni di borsa visto che il titolo ha chiuso la seduta di mercoledì a 1,52 euro. La vendita della quota della Tassara, holding di Zaleski commissariata dalle banche creditrici e messa in liquidazione forzata per rimborsare i debiti, chiude anche formalmente l’avventura del finanziere franco-polacco in Mittel, di cui è stato a lungo vicepresidente quando presidente era Giovanni Bazoli, punto di riferimento dei soci bresciani della holding. L’incasso della vendita servirà a ridurre ulteriormente il debito bancario della Tassara, sceso a 862 milioni alla fine dello scorso giugno.