Mancano poche ore alla fine del calciomercato (alle 23 la chiusura ufficiale) e a quanto pare i sogni dei tifosi di Juve sono destinati a rimanere tali: Radamel Falcao, infatti, non sarà un giocatore bianconero. Andrà al Manchester United, che verserà al Monaco oltre 36 milioni di euro. Il botto, quindi, non ci sarà. I colpi sì: ecco i movimenti delle squadre di Serie A.

Lazio: si pensa a cedere
In bilico le posizioni di Federico Marchetti e Abdoulay Konko, possibili partenti in extremis. Il portiere interessa a Sampdoria e Sassuolo e, nonostante le parole di Lotito alla ‘Rai’ (“Ha avuto un risentimento muscolare”) sul forfait di San Siro il suo rapporto con la società non appare solidissimo. L’esterno destro, invece, piace alla Fiorentina, che lo ha richiesto in prestito ma i biancocelesti intendono monetizzare a 1 milione e riscatto fissato a 2. Non solo. Nella lista dei partenti ci sono altri 3 elementi della rosa di Pioli: Cavanda-Besiktas si può chiudere a 2,5 milioni, il Parma è alla finestra per Alvaro Gonzalez, mentre Onazi è lontano dall’intesa sul rinnovo. In entrata si è fatto il nome di Doria, stopper del Botafogo, ma è più probabile che qualsiasi discorso in chiave acquisti la Lazio lo rinvii al mercato di gennaio.

Juventus: niente Falcao. Non arriva nessuno?
Niente Manchester City, Real Madrid o Juventus. Radamel Falcao sarà un nuovo giocatore del Manchester United. A dirlo è il giornale spagnolo ‘As‘, secondo il quale l’accordo con il Monaco è stato chiuso nella notte e verrà ufficializzato in giornata. Al club francese andranno 36 milioni di euro, mentre per il colombiano è pronto un quadriennale da 9 milioni netti a stagione. In casa bianconera, dopo la convincente prova di Kingsley Coman come seconda punta al fianco di Tevez contro il Chievo, non si pensa più ad acquistare in attacco: Morata può recuperare con calma. La Juve, però, era disposta a investire 20 milioni per l’attaccante colombiano: resteranno in cassa? Sembra di sì. Se così non fosse i nomi caldi potrebbero essere quelli di Podolski, Denis e Gabbiadini.

Sampdoria: arriva Romagnoli in prestito dalla Roma
Alessio Romagnoli in prestito dalla Roma: questa la novità più importante in casa blucerchiata. Cresciuto nella giovanili giallorosse, Romagnoli ha esordito durante l’ultima parentesi zemaniana. Arriverà alla Sampdoria dove dovrà vedersela con una discreta concorrenza. Sul centro-sinistra (zona preferita dal ragazzo) è appena arrivato anche un nuovo innesto: Silvestre dall’Inter.

Napoli: Dzemaili e Pandev al Galatasaray
Blerim Dzemaili e Goran Pandev salutano il Napoli. In una nota sul sito ufficiale, il club partenopeo annuncia ufficializza il passaggio dei due giocatori ai turchi del Galatasaray, allenato da Cesare Prandelli. Il trasferimento avviene a titolo definitivo.

Roma: dopo Yanga-Mbiwa, vicino Rabiot
Preso Mapou Yanga-Mbiwa. Ultimi tentativi per Adrien Rabiot. Ore frenetiche per il ds giallorosso Sabatini. Lo stopper francese del Newcastle è atteso in queste ore nella Capitale per visite mediche e firma sul contratto: come riporta ‘Sky’ la formula è quella del prestito con diritto di riscatto fissato a 5 milioni, per un affare che chiude il ‘rebus’ difesa in maniera definitiva. Capitolo Rabiot. Chiare, chiarissime le dichiarazioni del presidente del PSG Al-Khelaifi ieri serà sul telentino 19enne in scadenza nel 2015: “Vogliamo ancora pensarci qualche ora – ha detto a l’ Equipe – ma è possibile che Adrien vada alla Roma. Se l’offerta che ci è stata presentata rimane quella, comunque stiamo parlando con i giallorossi e un altro club (l’Arsenal appunto, ndr)”. Offerta che è arrivata a raggiungere sì il picco di 12 milioni (in pratica ben più di un milione per ogni mese a cui Rabiot è ancora legato ai parigini) ma in due tranches: la ‘Gazzetta dello Sport‘ parla di 5-6 subito e il resto il prossimo anno. La mamma del ragazzo sta offrendo il centrocampista un po’ ovunque (occhio all’Arsenal) e in questa giornata può succedere davvero ancora di tutto. 

Torino: Amauri per il dopo Cerci
Alessio Cerci all’Atletico Madrid per 16 milioni di euro apre il capitolo successione in casa Toro. In pole position c’è il parmense Amauri, che ha scavalcato Duvan Zapata destinato a restare al Napoli. Borriello, invece, è destinato a restare una suggestione per via dei 4 milioni di ingaggio, Pavoletti non è mai dispiaciuto al Toro anche se non appare una prima scelta, ma occhio alla possibile sorpresa dell’ultimissimo secondo chiamata Sebastian Giovinco. Tutti nomi destinati a passare in secondo piano, perché l’arrivo di Amauri alla corte do Ventura è praticamente fatto. Nel frattempo, con la cessione di Avramov all’Atalanta, i granata si sono cautelati chiudendo l’accordo con lo svincolato Luca Castellazzi pronto a diventare il nuovo portiere di riserva. Altro acquisto dal Sudamerica per il Torino, che acquista a titolo definitivo dal Santos il terzino classe ’90 Bruno Peres. Il brasiliano è un terzino destro naturale, ma può essere utilizzato anche più avanti e questo lo rende perfetto per il 3-5-2 utilizzato da Ventura. Contestualmente, il Torino ha formalizzato anche la cessione di Vesovic al Rijeka.

Milan: salta l’affare Biabiany, ma c’è Bonaventura
L’accordo tra Milan e Parma era fatto, ma sul più bello è saltato tutto: “Lo scambio di mercato fra Biabiany e Zaccardo è saltato, per la mancata accettazione della nuova destinazione da parte di Zaccardo”. Lo ha annunciato il Milan in una nota sul suo sito. Inzaghi, però non è rimasto a bocca asciutta: dall’Atalanta è arrivato alla corte del Diavolo Giacomo Jack Bonaventura, esterno d’attacco. Agli orobici una cifra vicina ai sette milioni di euro. Nel frattempo, spuntano i dettagli dell’affare Van Ginkel: al Chelsea 400mila euro per il prestito, senza diritto di riscatto, ma con la possibilità che qualora l’olandese dovesse collezionare 20 presenze ai rossoneri verrebbe concesso uno sconto che azzererebbe o quasi i costi dell’affare. Il Milan pensa pure a sfoltire: trovato l’accordo col Benfica per la cessione di Bryan Cristante. Cessione a titolo definitivo che frutterà al Milan 6 milioni di euro. Con Inzaghi in panchina si pensava potesse essere la stagione della consacrazione per Cristante, invece il Milan ha deciso di privarsi di uno dei suoi prodotti più puri a titolo definitivo.

Verona: Saviola per Mandorlini
Javier Saviola al Verona: Mandorlini ha a sua disposizione un degno sostituto di Iturbe, passato alla Roma. 33 anni il prossimo dicembre l’attaccante, fra le altre ex Barcellona, Real Madrid e Benfica gioca ora in Grecia all’Olimpiakos con cui dal 2013 ha collezionato 25 presenze e 12 goal. Arriva con un contratto di un anno. Lo ha annunciato la società scaligera su Twitter. L’argentino in carriera ha vestito, tra le altre, le maglie di River Plate, Barcellona e Real Madrid

Atalanta: la Dea riporta in Italia Alejandro Papu Gomez
Torna in Italia Papu Gomez, che vestirà la casacca dei bergamaschi. Beffato il Verona, che fino a ieri pareva ad un passo dalla firma dell’argentino, ex Catania. Blitz di Marino e Sartori che hanno trovato l’accordo con il Metalist Kharkiv, squadra che aveva prelevato Gomez nel 2013 dagli etnei. Manca solo l’ufficialità, ma l’accordo tra il giocatore e l’Atalanta e tra la Dea e la compagine ucraina è già stato trovato: quadriennale per Gomez, che aveva chiesto a gran voce la cessione vista la situazione attuale nel paese dell’est europeo.

Fiorentina: in arrivo Micah Richards. Rossi: nuova operazione. Idea Cassano
Ieri Badelj e Bagadur, oggi Micah Richards e quasi certamente Kurtic. Tris di colpi per la Fiorentina di Montella. In ballottaggio con Konko e Donati, Richards alla fine ha maggiormente convinto Pradè e Montella: saluta Manchester dopo 180 presenze, 6 goal e altrettanti trofei conquistati. L’inglese è atterrato da pochissimo all’ereoporto di Firenze ed è pronto per firmare il contratto sulla base di un prestito a poco più di un milione che finirà nelle casse dei ‘Citizens‘. Tornando ai colpi di ieri: Milan Badelj è un centrocampista classe 1989, cresciuto nell’importante scuola croata della Dinamo Zagabria, è stato pagato all’Amburgo 5 milioni e ha firmato un contratto di 4 anni. Croato è pure il 19enne difensore Ricardo Bagadur prelevato dal Rijeka. In partenza, oltre ai giovani Beleck e Capezzi anche El Hamdaoui, pronto a essere ceduto anche a costo zero in qualche club arabo. Capitolo Jasmin Kurtic. I gigliati infatti hanno trovato l’accordo con il Sassuolo sulla base del prestito con un diritto di riscatto che dovrebbe essere fissato sui 5 milioni di euro. Brutte notizie, invece, per quanto riguarda Giuseppe Rossi: il club viola ha annunciato che Pepito sarà costretto a sottoporsi alla quarta operazione al ginocchio destro. Per questo motivo il ds Pradè sta pensando di colmare il vuoto in rosa, visto che al momento non si conoscono i tempi di recupero per l’attaccante: circolata un’indiscrezione sull’arrivo di Antonio Cassano, ma la voce è stata smentita dal dg del Parma Leonardi.

Inter: Lavezzi resta un sogno, si punta su Bonaventura (ma il Verona è in pole)
Si complica la pista che conduce a Ezequiel Lavezzi, mentre salgono le quotazioni di due gioielli dell’ Atalanta: Giacomo Bonaventura e, nome nuovo, Daniele Baselli. La cessione di Ricky Alvarez al Sunderland e quella ormai fatta di Fredy Guarin al Valencia, entrambe con la formula di un prestito con diritto di riscatto (11 milioni per il primo, tra 15 e 20 per il secondo), non consentono ai nerazzurri di monetizzare subito per sferrare l’assalto al ‘Pocho’ e così, come fa sapere la ‘Gazzetta dello Sport’, si sono intensificati i contatti con la Dea. ‘Jack’ è in pole rispetto a Baselli, che però piace al tecnico livornese il quale potrebbe pensare a quest’ultimo nell’ottica di un avanzamento permanente di Kovacic ed Hernanes accogliendo un ulteriore rinforzo in mediana. L’Atalanta chiede 10 milioni per il giovane centrocampista, l’Inter proverà a giocarsi la carta del prestito con obbligo di riscatto. Ma tutto è legato a Guarin, che non appare convintissimo della soluzione Valencia. La trattativa tra gli spagnoli e l’Inter è in corso: i nerazzurri stanno cercando di alzare più possibile la cifra del riscatto e i prossimi minuti saranno decisivi in tal senso.

Genoa: ufficiale Lestienne
Adesso c’è anche l’ufficialità: Maxime Lestienne è un nuovo giocatore del Genoa. Il talentuoso attaccante belga, ritenuto uno dei più grandi prospetti nel suo paese, si trasferisce all’ombra della Lanterna in prestito dall’Al-Arabi Sports, club che l’aveva prelevato dal Club Brugge. Lestienne, classe 1992, è reduce da ottime stagioni in Belgio e nel corso degli ultimi giorni era stato accostato anche al Milan. Gran colpo per il Grifone che regala a Gasperini non solo un giocatore dal futuro assicurato ma anche un elemento che potrebbe fare fin da subito la differenza.

Empoli: in arrivo Piotr Zielinski
Il polacco classe ’94 si trasferisce ufficialmente in Toscana con la formula del prestito secco. Alla corte di Sarri Zielinski troverà sicuramente l’ambiente giusto per crescere e maturare, sia dal punto di vista calcistico che mentale. Trequartista puro, ma può giocare anche largo, Zielinski vanta anche 6 presenze e 3 reti con la maglia della Nazionale maggiore della Polonia. Il carattere particolare ne ha frenato l’esplosione in Friuli, ma l’Empoli può essere la squadra giusta per la sua consacrazione. Oltre a Zielinski, l’Empoli ha annunciato nella giornata di oggi anche l’acquisto a titolo definitivo del 18enne attaccante Nemanja Radonjic dal Viitorul Constanta. Radonjic ha passato anche un periodo di prova alla Roma, con cui ha disputato il Torneo di Viareggio

Sassuolo: ufficiale Consigli
E’ Andrea Consigli il nuovo numero uno del Sassuolo: il club neroverde ha depositato in Lega il contratto del giocatore, arrivato dall’Atalanta a titolo definitivo. Il Sassuolo ha sborsato tre milioni di euro più bonus per acquistare Consigli, che ha firmato con il club emiliano per le prossime quattro stagioni. L’ex Atalanta arriva per sostituire Pegolo, infortunatosi gravemente prima dell’inizio della stagione. Consigli lascia l’Atalanta con cui ha disputato 200 partite tra Serie A e Serie B. Ora l’avventura al Sassuolo, con l’obiettivo salvezza e il sogno Nazionale sempre vivo per quello che è sicuramente uno dei migliori portieri italiani in circolazione. Gli emiliani, inoltre, sono pronti ad accogliere Taider, rispedito dal Southampton all’Inter, che a sua volta lo girerà alla compagine del presidente Squinzi.

Parma: ecco De Ceglie dalla Juve
Paolo De Ceglie al Parma: affare fatto. Nel corso del pomeriggio è stato trovato un accordo con la Juventus sulla base di una cessione in prestito. Il passaggio è stato definito in ogni forma con il club bianconero ed è anche arrivata la tanto sospirata ufficialità con la Juventus che andrà anche a contribuire sull’ingaggio del laterale sinistro. De Ceglie, prodotto del vivaio bianconero reduce da una stagione in prestito al Genoa, è il nuovo rinforzo per Roberto Donadoni

Cagliari: Gonzalez e Pedro in rossoblu
Dopo l’arrivo degli Under 21 Cragno, Crisetig, Longo e compagnia, che fanno dei rossoblù la compagine più giovane del campionato italiano, spazio agli stranieri. A Donsah, Farias e Caio, arrivati qualche settimana fa, si aggiungono Alejandro Gonzalez, difensore, e Joao Pedro, centrocampista. Per entrambi il Cagliari sarà la propria seconda squadra italiana dopo le esperienza a Verona e Palermo, rispettivamente.