Tra le norme approvate dal Consiglio dei ministri ci sarà anche “la responsabilità civile dei magistrati. Chi sbaglia paga”. Lo ha detto Matteo Renzi in conferenza stampa al termine del Cdm. Sulle intercettazioni ha precisato: “Non si vuole mettere il bavaglio, ma non si possono ledere i diritti personali nella pubblicabilità”. Inoltre sui tempi della giustizia civile ha spiegato: “La riforma consentirà all’Italia di dimezzare i tempi del contenzioso civile e dell’arretrato”. Poi a grandi linee ha parlato del “dimezzamento della pausa estiva” e della “riduzione dei tempi per la separazione dei coniugi”  di Manolo Lanaro