“Tutto questo è la dimostrazione dell’oscurantismo della sinistra, ma siamo sicuri che prima o poi si riuscirà a raggiungere questo obiettivo anche in Italia”. Così il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, commenta l’esito della mancata votazione in Senato sulla possibilità dell’elezione diretta del capo dello Stato. Il presidente del Senato Pietro Grasso, nel corso della discussione del ddl Boschi, ha infatti dichiarato inammissibili gli emendamenti presentati dai forzisti nel tentativo di introdurre un aspetto importante del presidenzialismo. “Da Grasso – prosegue Gasparri – non mi aspettavo questo pretestuoso giudizio di inammissibilità anche perché aveva assicurato il contrario. Ma è bastato il ‘niet’ del senatore del Pd, Luigi Zanda, per capovolgere la situazione”  di Annalisa Ausilio